Anche i tovaglioli raccontano

Stefania Fiorin, scrittrice e promotrice dell'iniziativa.

Stefania Fiorin, scrittrice e promotrice dell’iniziativa.

Oggi ospitiamo una cara amica di Letterando che ci ha chiesto di mettere al corrente i nostri lettori riguardo un’interessante iniziativa chiamata Tovagliolo racconta.

Allora Stefania, ti va di parlarci della tua iniziativa? Ma prima una curiosità: come mai questo titolo particolare?

Ho chiamato la pagina di poesia che ho creato su Facebook: tovagliolo racconta.
Perché tovagliolo? L’ho sempre ritenuto un accessorio indispensabile, oltre a pulire bocche o mani importanti e meno, si è fatto carico di raccogliere tracce e firme a sigla di accordi importanti. Eccovi qualche esempio:
a) Ricordate la storia della firma di Zinedine Zidane su un tovagliolo? Ebbene, a distanza di anni Florentino Perez ha tentato lo stesso “colpaccio”. Sapete dove firmò? Non su carta bollata, bensì su un tovagliolo di carta Scottex che si trovava sul tavolo del ristorante.

b) Anche Steven Spielberg siglò a un accordo per 100 milioni all’ex Amy Irving, sempre grazie al tovagliolo di un ristorante.

c)E dopo Messi anche Falcao.

d)E la storia di Picasso? Lo sapete che una sera, un cameriere, intento a presentare il salato conto di un ristorante rinomato, si trova di fronte a un disegno fatto in quel momento su un tovagliolo dal famoso artista? E lo sveglio cameriere che fa? Ovvio che gli chiede di autografarlo!

e) E poi c’è chi lo usa per appuntare frasi, riflessioni balzate fuori all’improvviso. “Un tovagliolo può servire ad asciugare le lacrime o a farle cadere”, questo è il contenuto di un messaggio scritto su un tovagliolo dal compianto Mike Bongiorno.
Ci si può scrivere di tutto su di un tovagliolo, ce n’è sempre uno di carta o di stoffa a portata di mano e… di penna! Serve per non dimenticare. Ecco un angolo dove fissare quel che resta di una forte emozione, dove rendere visibili i pensieri apparsi nella mente il tempo di un flash.
Ho dato vita alla mia idea per dare spazio d’espressione agli appassionati di scritti poetici, la pagina social è visibile al pubblico e vi si accede su invito.
Da tempo constato che c’è bisogno di ritornare a far parlare il cuore, è indispensabile riscoprire che sotto tanta superficialità esiste l’essenziale; quando ci libereremo dal superfluo e dall’inutile, finalmente, respireremo poesia.
Il concorso gratuito a premi simbolici è la novità; partito da un mio colpo di testa si è trasformato in una vetrina di talenti tra i quali emergeranno quattro opere vincitrici scelte e votate dalla giuria formata da esperti.
Invito, chi vuole apprezzare, a visitare la pagina “tovagliolo racconta” e mettere il “mi piace” sul testo che emozionerà di più: https://www.facebook.com/groups/911926905486730/ TOVAGLIOLO RACCONTA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...