Il cecchino inconcludente

Il cecchino inconcludente

Il cecchino inconcludente

di Monica Bauletti

Dopo una lunga pausa, ritorna la rubrica Che fastidio! Ma che fastidio! Che fastidio che mi fa!  …/∞, mi scuso del silenzio che è stato prontamente colmato da altre rubriche, interviste, e non interviste, e riprendo da dove ho lasciato.

Dopo il  “Cacciatore di mi piace“, come anticipato, l’argomento che segue è il “Cecchino inconcludente”.
Non so se è capitato anche a voi di scrivere un commento al post di qualche amico e di vedervi taggare subito da sconosciuti amici dell’amico, obbiettando a volte con ferocia, senza motivare l’obbiezione.

La frase che ho trovato spesso è la seguente: “Non credo…”.  proprio così con i puntini di sospensione, ma sospensione di che? Ok, va bene. È legittimo dissentire, ci mancherebbe!, ma allora dimmi che cosa credi per favore. Se obbietti, almeno chiarisci perché. Insomma mi lasci lì in sospeso con un dissenso e metti i tuoi bei puntini: … NO. Non si fa! Questo atteggiamento è tipico del cecchino inconcludente.

I suoi interventi sono spesso brevi e assolutamente contrari.

Non motiva la sua contrarietà, non porta argomenti atti a confutare il dissenso. No, sarebbe troppo facile. Al cecchino piace avvolgersi nella fumosa nube del mistero dalla quale emergere illuminandosi alla debole luce della fiaccola di un sapere che spesso non ha.

Il cecchino vuole essere ammirato per il coraggio di avervi contraddetto ma, a parte il riflettore che si punta addosso, non vi darà alcun lume sul perché obbietta le vostre affermazioni.

Se poi insistete e chiedete spiegazioni guai!, insomma è una buona regola e indice di intelligenza voler conoscere gli errori così da non commetterne altri, no! Rassegnatevi, il cecchino inconcludente non vi soddisferà.

Lui è un contrario, lui disfa non fa.

Potrà pure rispondere, ma più di un mucchiodi parole che non portano a nessun chiarimento e a nessuna spiegazione esauriente, non riuscirete ad ottenere altro. Se poi continuare a chiedere finirà con diventare arrogante, cattivo e in certi casi offensivo perché il cecchino inconcludente è fondamentalmente un ignorante che per sentirsi colto cerca di sminuire gli altri, è un povero di spirito che per elevarsi deve demolire il prossimo.
Quindi, amici cari, quando obbiettate alle affermazioni che leggete dite perché o tacete per sempre. Se ve ne scordate e vi si chiedono spiegazioni, datele nel modo più chiaro possibile.

Nessuno pretenda di far cambiare idea a nessuno ma tutti hanno il diritto di sapere, se sbagliano, il perché.
Fine della seconda parte del nostro social infinito.

Se non vado nuovamente in letargo presto parleremo delle “frasi celebri”, poi delle “parole ricorrenti” e poi si vedrà, aspetto suggerimenti.

Annunci

Un pensiero su “Il cecchino inconcludente

  1. A me è successo di postare un articolo che ha scatenato una guerra di opioni che hanno spostato da tutt’altra parte il concetto espresso da me. E mi è toccato fare da pacere tra i contendenti, ma la cosa più buffa è che parlavo dell’uso di arco e balestera oggetti che possono diventare armi. 😀

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...